Arriva l’Assistente di condominio

Nelle case popolari di Firenze sta per arrivare ‘l’assistente di condominio’ per combattere la solitudine e, soprattutto, per rispondere ai bisogni degli anziani e delle persone più fragili.

di Redazione Pensalibero.it | 11 settembre 2017

Nelle case popolari di Firenze sta per arrivare ‘l’assistente di condominio’ per combattere la solitudine e, soprattutto, per rispondere ai bisogni degli anziani e delle persone più fragili (spesa a domicilio, servizio infermieristico, pulizia della casa, accompagnamento, fisioterapia, commissioni particolari). Si tratta del progetto ‘Assistenza domiciliare condivisa’, messo a punto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e dalla cooperativa sociale Il Girasole e sostenuto dal Comune di Firenze. L’assistente di condominio ha un valore fondamentale poiché tra i suoi compiti ha anche quello di promuovere la socialità degli anziani favorendo nello stesso tempo lo sviluppo di relazioni di buon vicinato.

Il primo palazzo di edilizia pubblica dove la nuova figura sarà sperimentata è quello posto a cavallo tra via Dorso, via Manni e via Gelli, nel rione di Coverciano (Quartiere 2), il più grande condominio popolare della Toscana, dove risiedono ben 45 ultra 70enni e dove i residenti hanno a disposizione una stanza dell’autogestione per gli incontri. Nei mesi scorsi si è svolta una fase sperimentale in alcuni condomini fiorentini di proprietà dell’ASP Montedomini e della Fondazione Case Indigenti.

Per intercettare i bisogni reali e percepiti dal territorio in materia di assistenza agli anziani, è stata anche effettuata un’indagine telefonica nei quartieri delle Cure, Campo di Marte e Novoli. Un 15 per cento della popolazione residente ha dichiarato di aver bisogno di un servizio di assistenza agli anziani della propria famiglia. Nel dettaglio il 56 per cento avrebbe bisogno di cure alla persona, il 46 per cento avrebbe bisogno di pulizia e lavori domestici, il 30 per cento avrebbe bisogno di una persona per uscire di casa.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*