Annullare la scheda solo per la Camera dei Deputati

Appello agli Italiani a votare la lista che preferiscono solo al Senato ma con un invito solenne ad annullare la scheda per la Camera dei Deputati.

di Gino Di Maro | 12 novembre 2017

 

Continuando ad avere il dubbio, che sta diventando sempre più certezza, che qualcuno senza un partito alle spalle (degno di questo nome) e soprattutto senza voti decide chi deve essere il megafono della Sinistra chiedo al direttore Cariglia di ospitare una mia convinzione/sospetto ed una proposta che voglio rivolgere alla Sinistra convinto che in Italia c’è una Sinistra Vera nascosta da qualche parte.

La mia convinzione/sospetto è che a Sinistra del PD dopo tanto parlare (dai vari Brancaccio, assemblee più o meno pilotate, Bersani, Fratoianni, Civati ecc.) si riuscirà a partorire ben poco di politicamente concreto. Sfido Luca Montanari a smentirmi.

La mia proposta alla Sinistra. Vera, continuando a reputarmi (a giusta ragione e con orgoglio) la punta più a sinistra dei collaboratori di Pensalibero, è per un concreto e militante impegno democratico per le prossime elezioni del 2018.

                                                              Un’idea: scheda nulla solo per una Camera

Dopo aver subito una terza legge elettorale incostituzionale (che ci è stata imposta dalle destre e dal PD renziano), a fronte di elezioni truccate (come nei paesi dove la democrazia è manipolata), propongo di costituire un Comitato X (tra i soggetti della Sinistra Vera + i democratici a noi vicini che hanno condiviso il NO al referendum del 4 dicembre e le battaglie politico/giudiziarie sulle diverse leggi elettorali) per rivolgere un invito agli Italiani a smascherare la casta dei pericolosi politicanti (delle destre e del PD renziano ) ed a difendere la Democrazia e la Costituzione

                                          ANNULLANDO LA SCHEDA SOLO PER LA CAMERA DEI DEPUTATI

L’appello sarà un invito agli Italiani a votare la lista che preferiscono solo al Senato (con l’ulteriore invito a votare solo liste e candidati di affidabilità democratica), ma con un invito solenne ad annullare la scheda per la Camera dei Deputati.

 

Un Parlamento che risulterà eletto da poco più della metà degli Italiani (perché è nei sondaggi più affidabili che l’astensionismo sarà forte) e con una forte presenza di schede nulle (sia pure solo per la Camera) sarà legittimo ovviamente per il principio della continuità dello Stato, ma politicamente depotenziato e darà forza politica ai componenti del Comitato X per chiedere subito una legge elettorale costituzionale e poi il ritorno immediato alle urne.

Gino Di Maro

 

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*