30° anniversario della scomparsa di Giuseppe Saragat

Ricorre oggi il 30* anniversario della morte di Giuseppe Saragat, il fondatore della Socialdemocrazia italiana. Uno dei più eminenti politici italiani, fu anche presidente della Repubblica dal 1964 al 1971. Pubblichiamo il ricordo che il nostro direttore pronunciò nella Sala Zuccari del Senato per il 50* della sua elezione a presidente della repubblica.

di Nicola Cariglia | 11 giugno 2018

Saragat (già nella Storia) rappresentava per i giovani non il passato ma il futuro

“Per quelli della mia generazione che lo hanno conosciuto in età adolescenziale e subito lo hanno seguito, e per sempre, Giuseppe Saragat suscitava un sentimento che oggi forse non è più riscontrabile.

Perché quell’uomo dall’aspetto severo e autorevole, nato sul finire del secolo precedente al nostro, esule di un regime già sepolto e combattente di una lotta di resistenza che già appariva lontana ed era sui libri di storia, rappresentava, per noi ancora così giovani, non il passato ma il futuro.

Incarnava la speranza di una democrazia e di uno stato quali non conoscevamo in Italia. Sul modello dei paesi nord europei, soprattutto scandinavi. Una democrazia che garantiva al massimo l’esercizio delle libertà e fra queste, in primo luogo, la libertà dal bisogno.

Fummo segnati per sempre dal modello di società che era il fine dell’azione politica di Giuseppe Saragat: la società del benessere, che attenuava le distanze fra le classi sociali, garantendo alle donne e agli uomini tutti la medesima dignità di cittadini. E l’uomo che leggeva Goethe nella lingua originale e non mancava mai di inserire citazioni dei classici nei suoi discorsi, dimostrava una straordinaria capacità di essere vicino alla gente declinando la società del benessere con parole semplici: case, scuole, ospedali, prendersi cura degli anziani e dei bambini.

Continua a leggere

Nicola Cariglia ha svolto un'intensa attività giornalistica in RAI, dove entra nel 1970. Per vari anni è stato Vice Direttore della Direzione Esteri RAI (auttalmente RAI International), Direttore della Sede di Pescara e Direttore della Sede RAI per la Toscana. Ha avuto anche una importante parentesi politico-amministrativa, ricoprendo tra gli altri incarichi quello di Vicesindaco di Firenze e Presidente della Società di gestione dell'Aeroporto di Firenze. Dal 2002 è Presidente e co-fondatore del Gruppo dei Centouno e Direttore di PensaLibero.it Dal 2009 è Presidente della Fondazione Filippo Turati, Ente Morale Onlus associato alle Nazioni Unite.

Rispondi

Il suo indirizzo e-mail non verrà pubblicatoI campi obbligatori sono marcati *

*